IL PROGETTO

Il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova presenta “Con nuova e stravagante maniera”. Giulio Romano a Mantova, una mostra che sarà allestita nel periodo compreso tra il 6 ottobre 2019 e il 6 gennaio 2020. L’esposizione intende illustrare la figura di Giulio Romano e la sua “nuova maniera” di fare arte, in particolare a Mantova, mettendone in luce le peculiarità e l’aspetto fortemente innovativo.

Il progetto è frutto del supporto straordinario del Musée du Louvre, che, per la prima volta, concederà in prestito un nucleo di settantadue disegni allo scopo di illustrare in maniera organica e completa la carriera professionale del grande artista, dagli esordi a Roma alla lunga e intensa attività a Mantova, mettendo in luce la molteplicità dei suoi interessi. Il suo genio poliedrico ebbe infatti espressione in forme artistiche e discipline estremamente varie, dall’architettura alla pittura, dagli arazzi all'oreficeria, trovando un comune denominatore nella pratica del disegno, nella quale Giulio eccelse fin dagli anni di formazione nella bottega di Raffaello. La mostra esporrà una ricca selezione di disegni, provenienti dalle più importanti collezioni museali italiane e straniere (oltre al Louvre l’Albertina di Vienna, il Victoria & Albert Museum di Londra, la Royal Collection a Windsor Castle), oltre a dipinti, stampe, arazzi e maioliche. Attraverso questo percorso verrà messa in luce l'ampia fortuna riscossa dalle invenzioni di Giulio e la loro applicazione in diversi campi del fare artistico. L’esperienza risulterà amplificata dalla possibilità di apprezzare le opere all’interno di luoghi giulieschi, dall’Appartamento di Troia alla Palazzina della Rustica, favorendo virtuose risonanze di senso tra gli oggetti esposti e il loro contenitore.

La mostra si articolerà in tre sezioni che approfondiranno aspetti diversi dell’attività dell’artista:

  • Il segno di Giulio avrà sede nel piano terreno del Castello di San Giorgio e illustrerà la produzione grafica di Giulio come progettista, designer, pittore, architetto e urbanista, presentando il suo fondamentale apporto al rinnovamento del linguaggio manierista.
  • Al modo di Giulio occuperà gli ambienti di Corte Nuova e dell’Appartamento di Troia, suggerendo un dialogo diretto tra i disegni dell’artista e la decorazione.
  • Alla maniera di Giulio, ricavata negli spazi dell’Appartamento della Rustica, approfondirà da un lato il tema di Giulio Romano architetto e dall’altro quello della sua eredità, presentando l’opera dei suoi allievi e discepoli.
logoGR_foot

Copyright 2019 © . Tutti i diritti riservati.

@.