Giulio Romano nella chiesa di Sant’Andrea

Importante traccia di Giulio Romano a Mantova la troviamo anche nella chiesa di Sant’Andrea. Qui le opere di Giulio e dei suoi allievi, sono ancora ammirabili nelle cappelle di San Longino, Santo Stefano, San Sebastiano e Nuvoloni.


Nella cappella di San Longino, conclusasi nell’arco di pochi mesi del 1536, gli interventi di Giulio Romano e del suo allievo Rinaldo Mantovano fanno da modello per la decorazione delle altre cappelle presenti in basilica. Al centro, sopra l’altare, viene posta una pala ad olio su tela, e sulle pareti laterali due affreschi, fatti da Rinaldo Mantovano su disegno del grande maestro, che rappresentano due importanti eventi: “la crocefissione di Cristo con Longino che mostra il sacro sangue” e “il secondo ritrovamento del preziosissimo sangue”.

Nella Cappella di Santo Stefano, troviamo invece opere di scuola giuliesca. Il Mausoleo Andreasi, realizzato da Giovan Battista Scultori, ha come idea base un disegno del maestro, dal quale si riprendono forme simmetriche, simboli allegorici, cartigli araldici e putti. Sopra il sarcofago è posizionata la statua di Girolamo Andreasi, vestito all’antica e reclinato su un fianco.


L’altro mausoleo qui visibile, è il Mausoleo Strozzi composto da basso rilievi a mascheroni e putti a cavallo di delfini. Anche questo progetto sembra riconducibile a una matrice giuliesca, così come gli affreschi presenti sulla parete frontale.

Passiamo ora alle opere di alcuni dei suoi più importanti allievi: Rinaldo Mantovano e Fermo Ghisoni. La Cappella di San Sebastiano ospita affreschi realizzati da Rinaldo.

Qui le opere che presentano dettagli riconducibili al maestro sono le quattro figure alate presenti nei pennacchi della cupola e l’opera “Martirio di San Sebastiano” dove l’espressionismo grottesco e il tema titanico ci ricordano la Sala dei Giganti di Palazzo Te, celeberrima opera di Giulio.

La cappella di Nuvoloni ospita, invece, le opere di Fermo Ghisoni: frontalmente troviamo la pala d’altare intitolata “Crocefisso” raffigurante Cristo in croce, mantre alle pareti due prospetti architettonici dipinti intorno al 1570.

logoGR_foot

Copyright 2019 © . Tutti i diritti riservati.

6 ottobre 2019 - 6 gennaio 2020

Complesso Museale
Palazzo Ducale di Mantova